fbpx
g

IL MESTIERE DELL’ ARTISTA . . . 

Stefano Berardino, classe 1992 di Briga Novarese: un piccolo paesino nei pressi del Lago d’Orta in provincia di Novara.

Stefano, 4 Anni

” Quando il motore dell’arte è la passione “

Penso a questo guardando le mie opere. Sono cresciuto nel mondo dell’arte grazie a mio padre Nicola Pittore e Gallerista.

Sin da piccolo sono sempre stato a contatto con nomi di molti artisti che esponevano le proprie opere presso la galleria d’arte di famiglia a Orta San Giulio e risuonavano nel quotidiano.

Ricordo alcuni diventati ormai celebri nel mondo artistico come Trento Longaretti, Renato Brindisi, Antonio Possenti, Ernesto Treccani, Franz Borghese, Ugo Nespolo; di quest’ultimo sempre attratto dai colori vivaci.

Fino ai più recenti maestri Brescianini da Rovato, Giulio Mottinelli, Gianni Gueggia e Gaetano D’Auria.


Ma ciò che mi incuriosiva maggiormente era lo studio di mio padre: profumo di colori, i movimenti, attratto sin da subito dalla tecnica particolare con cui esegue le sue opere, la spatola.

Nel mondo di un bambino il tutto risulta una scoperta incredibile, e come tutti i bambini che prendono la figura paterna come riferimento, lo stesso è stato per me imparando a ” Giocare con i colori”. dove tra i soggetti preferiti erano particolarmente automobili !

Non è stato immediato intraprendere il percorso artistico penso che sia una sorta di vocazione mista a predisposizione che crescendo arriva con la maturità e ti pone a studiare le prime nozioni, gli abbinamenti cromatici,la padronanza degli strumenti spinto dalla voglia di imparare.

Oltre alla pittura ho sempre coltivato le mie grandi passioni, ossia la musica con Pianoforte ed Organo Liturgico ma soprattutto i motori: auto e moto storiche, in particolare modo la mitica “Cinquecento” o la “Vespa”.

Amo tutto ciò che è “Retrò”; dai piccoli oggetti della quotidianità alle automobili gloriose che hanno segnato la storia, dalle tastiere di pianoforti antichi alle storiche biciclette da corsa.

Ecco che qui nasce il mio binomio della mia collezione che ho definito “ThatsMotoringArt”